NEWS

16/01/2018
L’importanza di frutta e verdura nell'alimentazione
Frutta e verdura devono essere sempre alla base della nostra alimentazione.

Alcuni studi dimostrano che dovremmo sempre utilizzare nella nostra alimentazione quotidiana una trentina di cibi tra cui: l’uva, la lattuga, il cavolo, il radicchio, l’arancia, la mela, le fragole, il tè nero, la curcuma, il peperoncino.

Questi alimenti contengono sostanze che hanno delle caratteristiche particolari. Ecco perché si cerca sempre di mescolare frutta e verdura. Ma anche i semi che contengono delle caratteristiche peculiari. L’unione di questi alimenti serve:
  • a migliorare la capacità antiossidante contro i radicali liberi;
  • a facilitare la digestione;
  • a non affaticare il fegato.

Una alimentazione corretta parte da una buona colazione. 

Cerchiamo di evitare cibi che si trasformino rapidamente in zucchero. 
Se consumiamo per esempio un frutto, dei fiocchi di avena (che è un cereale ricco di proprietà) e ci aggiungiamo come fonte proteica dei semi (ad esempio semi di lino) o mandorle, abbiamo già fatto un’ottima colazione.
Potremmo poi integrare a metà mattina con uno spuntino di frutta, invece di un biscotto, e aggiungere 5 noci o 20 pinoli o 20 pistacchi. 

La frutta con il guscio ha una forte capacità antiossidante ed è ricca di acidi grassi polinsaturi che fanno benissimo al nostro organismo. Ed è anche un’ottima fonte proteica. La frutta con il guscio è inoltre un’ottima fonte di minerali

Dobbiamo anche ricordarci che viviamo in una società che è altamente inquinata. 
Un esempio: quando acquistiamo la pizza e la pizza viene messa su quella carta oleosa, in realtà quella stessa carta (che impedisce all'unto della pizza di sporcarci i pantaloni) rilascia una sostanza chimica che mima gli estrogeni. Conseguentemente tutte le volte che noi mangiamo la pizza ingeriamo anche questa sostanza. 

Se mangiamo male è chiaro che il nostro organismo non ha più nessuna capacità di difesa. Possiamo difenderci mangiando bene consumando frutta e verdura, semi oleosi, sostanze integrali, cibi che vengono poco trasformati dai processi industriali. 

I processi industriali sono importanti ma tolgono la qualità nutrizionale del cibo. Un conto è mangiare la patata bollita magari con la buccia, un conto invece è mangiare la patata che viene dalla lavorazione industriale, insomma non è la stessa patata. 

Per la nostra salute un po’ di tempo dobbiamo concedercelo. 

Viviamo purtroppo in una società frenetica.  Se oltre a questo introduciamo anche sostanze nocive nel nostro organismo non possiamo pensare di equilibrare tutto semplicemente assumendo degli integratori. 

Frutta e verdura devono sempre essere parte della nostra alimentazione. 

Ricordiamo inoltre che le proteine animali non fanno male, se non consumate in una quantità eccessiva. Intorno al 1950 la carne si mangiava una volta alla settimana, negli altri giorni si mangiavano frutta, verdura, legumi e ogni tanto il pesce. Oggi per comodità oppure per seguire diete a base di proteine animali per favorire la chetogenesi (che è un meccanismo che serve per dimagrire) la bistecca si mangia tutti i giorni. Questo consumo è eccessivo.

Anche l’idea di assumere i carboidrati per andare a stimolare l’insulina (che è un fattore di crescita muscolare notevolmente importante) è eccessiva.

Sconsiglio l’utilizzo di queste diete e se proprio dobbiamo mangiare la carne, almeno utilizziamo tanta frutta e verdura come antiossidanti. Per la prevenzione dei tumori essere vegetariani va bene ma anche in questo caso bisogna esserlo in maniera intelligente. Non è che essere vegetariano significa mangiare pizza, pane, grissini, cracker ecc. ma devo utilizzare frutta, verdura, cereali integrali, legumi.

Il mio parere personale è comunque che utilizzare proteine animali una volta a settimana non fa assolutamente male. 

La frutta e la verdura devono essere di stagione, fresche. La verdura va cucinata subito.

Ci sono alcuni metodi di coltura utilizzati dai vegani che sono molto importanti. Ad esempio, cuocere la verdura nell’acqua bollente e bloccarne la cottura raffreddandola con acqua fredda, evita che il prodotto continui a cuocere anche all’interno, denaturando le vitamine. Per i minerali non c’è problema perché non vanno incontro ad alterazioni con la temperatura. 

La frutta e la verdura vanno masticate bene. Questo aiuta l’intestino ad aumentare la flora batterica (che magari non è così abituata a ricevere tante fibre in un colpo solo e questo ci può dare gonfiori di pancia, flatulenze e alcune volte anche dolori).

Spesso comunque il problema del gonfiore di pancia non dipende solo da una cattiva alimentazione ma anche dallo stress. Quando noi siamo particolarmente stressati e nervosi andiamo a bloccare la mobilità intestinale e questo provoca un aumentata fermentazione a carico delle sostanze che sono già presenti all’interno del nostro intestino. 

Esiste anche il problema delle intolleranze. Molti cibi vengono processati industrialmente e non sono più gli stessi cibi e contengono moltissime sostanze chimiche. Pensiamo ad esempio ad un petto di pollo o alle cotolette a base di petto di pollo precotto: l’80% è carne di pollo e il 20% sono una serie di sostanze, alcune del tutto sconosciute, che andranno ad alterare la flora batterica intestinale del nostro organismo danneggiandola. 
Sicuramente queste situazioni possono creare delle intolleranze.

Per concludere: quando andiamo a fare la spesa leggiamo sempre attentamente l’etichetta. Spesso si guarda soltanto alle calorie ma se mangiamo un cibo con un’altissima percentuale di zucchero questo andrà a stimolare l’insulina, l’insulina creerà ipoglicemia che a sua volta procurerà uno stato di profondo affaticamento nel nostro organismo!

Leggere l’etichetta è importante per capire anche la quantità di vitamine, carboidrati e grassi. Ai grassi bisogna sempre prestare particolare attenzione: ci sono i grassi saturi e i grassi insaturi. I grassi saturi sono quelli dannosi per l’organismo perché vengono direttamente depositati all’interno delle arterie. 

Una alimentazione sana ed equilibrata è fondamentale per la nostra salute!

vada all'archivio

 
 
   
Perdere peso con dieta e sport Distinguere la fame nervosa dalla fame fisica Perdere peso dopo una frattura I dolci nell'alimentazione dello sportivo Perdere peso aumentando il metabolismo La dieta per aumentare in maniera controllata il peso corporeo Controllare il proprio peso previene numerose malattie Aumentare la fertilità con una dieta equilibrata Le linee guide per tornare al peso ideale Il disequilibrio intestinale rende difficile dimagrire