Come stimolare il buon funzionamento del metabolismo

Difficile riuscire a capire bene che cosa si intenda per metabolismo. Molto spesso noi sentiamo parlare di diete o di sostanze che aumentano il metabolismo.

Metabolismo vuol dire bruciare.

Partiamo da una considerazione di base:

  • l’organismo umano è stato creato per sopravvivere alla miseria, non all’abbondanza. Quindi l’organismo umano non ama perdere grasso.

L’organismo umano è stato creato per mettere grasso. Ed il metabolismo dell’organismo umano non è influenzato in maniera sconvolgente dalla dieta, ma è invece influenzato in maniera sconvolgente dalla massa muscolare del soggetto e dall’attività fisica che il soggetto fa.

Ricordiamo che il metabolismo è legato a 4 parametri che si chiamano:

  • basal metabolic rate cioè metabolismo di base (quello che noi bruciamo quando stiamo fermi);
  • capacità termogenica del cibo che riguarda solamente il 15% del nostro metabolismo. Quindi cambiando l’alimentazione posso cambiarelo solo del 15%.

Esiste poi un terzo tipo di metabolismo, che è quello efficace, diviso in due:

  • voluntary exercise cioè quando faccio un esercizio fisico perché voglio bruciare grasso;
  • NEAT (Non Exercise Activity Thermogenesis) che è l’attività fisica che io faccio normalmente durante il giorno per svolgere gli atti quotidiani della vita (alzarsi, fare le scale, prendere il tram, ecc.).

Ricordiamoci che quello che brucia veramente è il metabolismo di base, se una persona è molto muscolosa, e una voluntary exercise.

Gli altri parametri bruciano poco. Quando una persona dice di muoversi tantissimo durante il giorno bisogna quantificare in maniera chiara cosa voglia dire “muoversi tantissimo” perché il NEAT è un esercizio che al massimo, nei soggetti che si muovono di più, arriva a bruciare 300/400 calorie.

Quindi stiamo molto attenti quando parliamo di metabolismo a non incorrere in “illusioni”, che molto spesso si sentono, tipo: questa dieta o queste pastiglie aumentano il metabolismo.

Il metabolismo dipende soprattutto dai muscoli. Quindi quello che consiglio sempre ai miei pazienti e a tutti è di cercare un dietologo nutrizionista che spieghi bene come funziona il metabolismo dell’organismo.